India – diario di viaggio: Agra (day 6)

Eccomi ad Agra, ancora nell’Uttar Pradesh ma a due passi dal Rajasthan e già si percepiscono le diversità rispetto a Varanasi da dove arrivo.

Non so se Varanasi e’ meglio lasciarsela all’ultimo in un viaggio in India o come ho fatto io farsela subito e poi andare in discesa… Tenere conto però farla per prima non è proprio adatta a tutti.

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Arrivato ad Agra, con due ore di ritardo del treno, già preso il primo tuk tuk per andare verso l’albergo, percepivo molti cambiamenti rispetto alla tappa precedente.
Ma viste le distanze è più che normale sia cosi. In termini di distanze è come se ci aspettassimo che Roma e Berlino, e la loro popolazione, siano uguali.
Mucche si ma ogni tanto, e oltre alle solite apette a tre ruote qui anche cammelli e calessi per farsi portare in giro.

Anche le persone sono più solarli. C’è sempre qualcuno che ti assale e ci prova a venderti qualcosa o darti un passaggio, ma sono meno invadenti e più sorridenti rispetto a Varanasi.
Sbrigate le pratiche varie sono andato subito in un tour operator locale per prenotare lo spostamento a Bundi previsto fra due giorni. L’auto che avevo ipotizzato non era fattibile… Avevo visto dall’Italia diversi siti web per pianificare le tappe in base a distanze e collegamenti ma dicevano qualcosa di poco reale. Davvero stancante sarebbe fare 8 ore in macchina su strade trafficate e non sempre autostrade. Quindi sarà un taxi per Mathura alle 13:00, poi da li treno per Kuti con partenza alle 15:00 e, arrivati li, 45′ di altro taxi per Bundi dove dovrei esser per le 20:00.

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Lasciato il tour operator il primo giro è nell’Agra Fort. Castello impressionante ma già alle 10:30 fa davvero tanto caldo per goderselo e tanto più fare delle belle foto.

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Rientrato in albergo, doccia e a pranzo allo Yama Caffè – con wifi 🙂 – dove mi bevo un ottimo sweet lassi ad accompagnare l’arrosto di capra. Quindi un paio d’ore di relax-pennichella per recuperare il sonno perso nel treno e non morire in giro sotto al sole.

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici
http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Alle 16:00 appuntamento con Rem – il mio tuk tuk – che mi porta al tempio Itmad-ud-daula, un bellissimo mausoleo in marmo bianco in stile Moghul, soprannominato “Piccolo Taj”.

Da lì poi nel giardino pubblico al di la del fiume da dove si ammira il Taj Mahal da nord.

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici


Rientrato in albergo giretto nella zona dei mercati e poi relax nel ristorante sulla terrazza dell’albergo bevendo un lassi e una birretta 🙂

http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici
http://www.andreafedericiphoto.com – All rights reserved – Copyright © Andrea Federici


Domani alzataccia alle 5:00 per esser al Taj Mahal all’alba … Incrociando le dita che il tempo regga 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...