Il Ladakh – Primi giorni

Prosegue il viaggio in India.
Qui il mio diario scritto day by day mentre ero li, con alcune delle mie foto.

Altre ne trovate sulla mia pagina di Flickr o random nella mia pagina fotografica di Facebook o di Instagram

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

20/8 – Leh, Ladakh

La sveglia prestissimo  nell’albergo vicino all’aeroporto di Delhi era mandatoria. Messa alle 5:40 per fare check out alle 6:00 e prendere il taxi per l’aeroporto.Lasciato il bagaglio da stiva una bella colazione… inglese… Chocolate muffin and black coffeAttendendo il bording e mi rileggo un articolo scaricato dal web sul mal di montagna. Sintomi, cure, rischi ecc… ecc…

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici


Atterrare e’ da restare a bocca aperta!!!L’aereo fa giro giro tondo per abbassare quota visto che l’aeroporto e’ circondato tutto attorno dalle montagne.Paesaggio spettacolare!

Fa caldo, 22′ gradi al sole ma stasera ci sarà di sicuro un escursione termica notevole. Mentre faccio colazione in giardino comincio bene a percepire come l’aria sia più rarefatta di ossigeno.Ai primi sintomi di mal di testa, vertigini, nausea o stanchezza mi prenderò subito il Diamox! Oggi sarà una giornata tranquilla a Leh, di ambientamento ai 3500 metri di quota, bevendo tanta acqua!!!Anche se non vedo l’ora sia domani per cominciare a salire in quota passando ai valichi oltre 5000 metri!   

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Fatto il check in un bel riposo in camera sino alle 16:30. La testa era un po’ pesante e ho dormito e mangiate bene, quindi per ora mal di montagna no. Nel pomeriggio una passeggiata a Leh, un bel paesino pulito e pieno di negozietti carini. Cena in una bella terrazza che guardava il palazzo mangiando un piatto del Kashmire a base montone –  buonissimo!!! – e meno male che avevo il mio pile pesante al posto della felpa. Caspita che escursione termica giorno/notte. 

21/8 – in giro nella valle Indus

Stanotte la cefalea cominciava a esser pesante, anche perché in bagno c’era la doccia ce perdeva e mi trapanava la testa ogni goccia che cascava nel secchio. Ho risolto le due cose. Dopo aver navigato un po’ su internet per capire cosa fosse meglio che fare – visto che sto assumendo il Diamox – mi sono preso una pasticca di parcetamolo.

E nel secchio sotto la doccia ho infilato uno dei cuscinetti del letto così che assorbisse l’acqua e non fare rumore gocciolando. Ho ripreso così dopo un po’ il sonno e la mattina ero molto più in forma. Pancake al cioccolato e black coffe alle 7:30 e poi con un taxi al Palazzo di Leh per la visita, qualche foto della città dall’alto e il giro nelle viuzze del vecchio quartiere del paese.

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Mentre mi incamminavo verso il centro portavo avanti il primo obiettivo della mattinata leggendo gli annunci delle escursioni in jeep organizzate dai tanti tour operator che ci sono a Leh.

Dopo qualche tentativo sono riuscito a trovare quello che per domani aveva già organizzato la due giorni nella Nubra Valley con la notte li. Mi sono subito segnato e domani con una coppia di tedeschi partirò per questa due giorni superando il valico di Khardung La a 5400 metri di quota per poi riscendere giù e visitare i paesi della valle dove dormirò anche.

Poi ho approfittato dell’agenzia anche per il giro di oggi nella valle Indus.Lasciamo Leh alle 9:00 e la strada sembra sia fra paesaggi lunari vette e, all’inizio, basi militari.Incrociamo tanti camion bellissimi, dei Tata tutti colorati.

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Ci fermiamo al tempio di Gudora per poi proseguire al secondo tempio su una rocca che sovrasta il paese di Basgo, molto bello, sia dentro che per il posto suggestivo dove si trova. La strada che attraversa le montagne e’ bellissima… Piena di cartelli a rima che suggeriscono di non correre e di gente che la percorre. Ma oltre ad auto, moto e camion ci sono anche gli iron man!!! Gente che se la fa in biciciletta o a piedi! Ancora più bello però e’ il tempio antichissimo di Alchi dove e’ però vietato far foto. Pranzo li stavolta con un ottimo piatto si spaghetti cinesi che mi ha suggerito la mia guida, Torgy.

Rientrando ci fermiamo per un caffè lungo il fiume Sungam dove vediamo smontare canoe e gommoni di gente che ha fatto rafting… Ad avere più giorni l’avrei fatto anche io volentieri. Ultima tappa il Thiskey Gompa, uno dei monasteri più famosi Ladakh nella città di Shey.

Non era previsto nel giro pagato all’agenzia ma Torgy mi ci porta con una piccola mancia a lui. Monastero davvero bello dove ho anche potuto fotografare i monaci in preghiera oltre alle varie sale delle divinità.Stasera dopo le 2 ore di riposo ora in camera andrò a fare le foto al tramonto, guardando Leh, dallo Shanti Stupa che è proprio sopra l’albergo. Lasciata poi l’attrezzatura Canon in albergo, passeggiata in paese per una bella cena e cercare gli ultimi regali.Perché domani si parte per la due giorni nella Nubra Valley e poi domenica all’alba c’è il volo per tonare a casa…

http://www.andreafedericiphoto.com All rights reserved – Copyright © Andrea Federici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...